Patologia
orale

Patologia orale

Il tumore del cavo orale è  una neoplasia sempre più diffusa a causa delle cattive abitudini (fumo e alimentazione). Attraverso una visita di controllo con uno specialista è possibile prevenire e curare i tumore del cavo orale. La cura avviene con l’asportazione chirurgica in sala operatoria.

 

I sintomi del tumore del cavo orale

I sintomi di una neoplasia in atto sono facilmente identificabili proprio perché il cavo orale è facilmente accessibile. Un’ulcera, un nodulo o un’escrescenza che permangono più di una quindicina di giorni sono da interpretare subito come segnali allarmanti. Il carcinoma orale si presenta nella maggior parte dei casi come una modificazione di colore della mucosa e le zone più colpite all’interno del cavo orale sono la lingua, il pavimento della bocca e la zona dietro ai denti.

 

I numeri di questa neoplasia sono allarmanti e in crescita negli ultimi anni, complici anche le cattive abitudini (fumo e alimentazione). Il tumore al cavo orale rappresenta infatti il 6-10 per cento di tutte le neoplasie e è la terza causa più frequente di morte per tumore.

 

La cura di questo tipo di tumore oggi prevede l’asportazione chirurgica del tumore anche in casi dove questo è molto esteso. In genere comunque dopo l’operazione è sempre utile una rieducazione alla fonazione e alla deglutizione con l’aiuto di logopedisti. Terapie come radioterapia e chemioterapia invece sono in genere usate come coadiuvanti nel post operatorio dei tumori avanzati e meno frequentemente in alternativa alla chirurgia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi