Implantologia

Implantologia

Un impianto dentale permette di sostituire uno o più denti mancanti. Si tratta di un intervento chirurgico che punta a sostituire la radice del dente con un impianto (vite) in materiale biocompatibile, per lo più titanio. A tale impianto vengono fissati delle corone dentali che quindi svolgono la funzione del dente ridonando al paziente un aspetto sano e naturale e una corretta funzione masticatoria.

L’impianto dentale a differenza della protesi infatti si mantiene fisso, non necessita di paste adesive e garantisce un carico masticatorio appropriato anche ai cibi più duri.

 

Si può ricorrere all’implantologia in diversi casi:

  • quando manca un dente solo (impianto dentale singolo);
  • quando mancano più denti (ponte);
  • quando manca un’intera arcata (superiore o inferiore). In quest’ultimo caso l’impianto è totale e fissato, a seconda del paziente, su 4 o 6 impianti.

 

I rischi di non fare un impianto.

Decidere di non sostituire un dente mancante ha gravi conseguenze, non solo sul cavo orale, ma su tutto il corpo:

fattore estetico, la mancanza di denti può incidere notevolmente sulla vita sociale portando le persone a non sorridere in pubblico, evitare di parlare o disagio nel momento del pasto;

spostamento degli altri denti. Mancando un dente gli altri vicini tenderanno ad allargarsi nella zona vuota creando problemi di malocclusione.

problemi legati alla digestione. L’edentulia porta a scegliere cibi facili da masticare limitando così le scelte di cibi in una dieta variata e sana.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi